Home Inchiesta calcio Ecco il quarto nome dell’informatore di Fabrizio Corona. Si tratta di Zalewski...

Ecco il quarto nome dell’informatore di Fabrizio Corona. Si tratta di Zalewski della Roma!

Arriva il quarto nome fatto dall'informatore che sta raccontando a Fabrizio Corona tutti i retroscena del calcioscommesse. E questa volta il nostro "metodo Amadeus" fa il nome di Nicola Zelewski della Roma. Anche lui scommetterebbe sulle partite...

26902
Ecco il quarto nome dell'informatore
Ecco il quarto nome dell'informatore

Ecco il quarto nome dell’informatore di Fabrizio Corona. Si tratta di Zalewski della Roma! C’è pure il suo nome tra quelli fatti a Fabrizio Corona dalla gola profonda che sta mettendo a nudo i segreti della nuova indagine sul calcio scommesse. E come potete sentire dalla telefonata riprodotta nel video, non è l’unico. Qualcuno sul web ha parlato di metodo Amadeus per le rivelazioni di Dillingernews: Fabrizio Corona ha scelto di darvi i nomi uno alla volta. E noi rispettiamo questo suo desiderata. Anche perché quest’inchiesta sul calcio scommesse, non solo sta scoperchiando il classico vespaio, ma si rivela anche sempre più avvincente come un telefilm americano.

Ecco il quarto nome dell’informatore

D’altra parte l’informatore di Fabrizio, fino ad oggi, si è rivelato assolutamente attendibile. Una persona ben inserita nel mondo del calcio e delle scommesse. Che si tratti di qualcuno all’interno della Figc o di qualcuno inserito nel mondo del betting è ininfluente. I nomi, le cose da sapere, i segreti da svelare diventano di giorno in giorno più grossi. E in attesa di sapere anche noi cosa si nasconde dietro i beep che censurano alcune parti del messaggio, noi siamo pronti a darvi le ultime novità.

A Fagioli, Zaniolo e Tonali, quindi, si aggiungerebbe – e il condizionale è d’obbligo fino a che la magistratura non accerterà eventuali responsabilità di un calciatore che, fino a ora non è neppure indagato – Nicola Zalewski.

Chi è Zalewski

Nicola Zalewski è nato a Tivoli il 23 gennaio 2002, figlio di Krzysztof Zalewski che, secondo quanto riporta Sky, rifiutò nel 1989 di prestare il servizio militare per il regime comunista e si trasferì a Roma, più precisamente in zona Monti Prenestini. Zalewski ha il pallone nel sangue. Inizia alla Nuova Spes a Poli, un piccolo paese ad un ora da Roma. Poi il giallorosso. La vita di Nicola si tinge di giallorosso grazie a Bruno Conti. L’ex campione della Roma mandò il suo osservatore Stefano Palmieri ad un torneo a Borgata Finocchio, zona Borghesiana. Era il 2011, e l’osservatore fu colpito da Zalewski. Subito la chiamata per il provino con la Roma e al termine Conti chiede al padre di lasciare il ragazzo alla Roma, che accettò. 

Articolo precedenteLa fonte rivela: “Anche la mamma di Zaniolo aveva un ruolo da protagonista nel giro di scommesse del figlio”
Articolo successivoSchwarzenegger: un vero “Terminator”, anche come scrittore
Avatar photo
Genovese di nascita e milanese d’adozione, è un giornalista, direttore di riviste e agenzie di stampa. Ha diretto testate storiche quali «Eva 3000», «Vip», «Ora», «Di Tutto», «Nuova Epoca», «Top Salute», «Corona Star’s». Attualmente lavora come autore di cinema, documentari e serie TV. Ha girato La banda del Buffardello e Il manoscritto di Leonardo da Vinci, il suo primo film come sceneggiatore. Ha fatto il ghost writer per molti VIP e ha scritto racconti sotto pseudonimo. Con la Newton Compton ha pubblicato Le dieci chiavi di Leonardo e L’enigma di Leonardo.

6 Commenti