Home CRONACA Celebs Fedez si consola con una Ferrari Roma: “è la prima in Italia”

Fedez si consola con una Ferrari Roma: “è la prima in Italia”

Meglio Ferrariz che Ferragniz, quello è poco ma sicuro, ma di certo non è la prima Ferrari Roma in Italia. Federico Dotto, infatti, smentisce il rapper: "Non so come faccia a dirlo, probabilmente neppure la mia è stata la prima"

1000

Fedez – il nulla tenente – si regala una Ferrari Roma Spider. Chissà, forse per consolazione. La ritira insieme al papà Franco che, entusiasta quanto lui, prova per primo la supercar. Il rapper, su Instagram, spiega poi ai suoi follower che si tratta della «prima consegnata in Italia».

Ma, sempre sui social, c’è chi invece lo contraddice. Federico Dotto, imprenditore nel settore dei restauri e foodblogger – rilanciato anche da Selvaggia Lucarelli – risponde al rapper, mostrando la sua Ferrari Roma, acquistata nel 2023 e arrivata nel suo garage lo scorso gennaio. «Evidentemente è disinformato e pure indietro di un anno», dice Dotto nelle storie. Raggiunto dal Corriere della Sera, l’imprenditore spiega inoltre di non sapere «come Fedez possa dichiarare che la sua è la prima – afferma -. Probabilmente nemmeno la mia è stata la prima ad arrivare in Italia, solo i concessionari hanno queste informazioni, e comunque Fedez non fa una gran figura a vantarsi di queste cose». Dotto ha ordinato la Ferrari, un modello che reinterpreta in chiave moderna lo stile degli anni ’50 e ’60, nel marzo del 2023. «Non è facile avere una macchina simile – afferma -, me l’hanno consegnata in meno di 12 mesi, questa volta sono stati veloci, sono un amante dei bolidi, in passato avevo avuto già una Ferrari California», conclude.

Articolo precedenteIl premier polacco Tusk: “Non siamo pronti a una guerra in Europa”
Articolo successivoCrollo delle nascite in Italia: è al minimo storico 
Avatar photo
Un ragazzaccio appassionato di sport, cultura e tutto ciò che è assorbibile. Stanco della notizia passiva classica dei giornali e intollerante all'ipocrisia e al perbenismo di cui questo paese trabocca. Amante della libertà e diritto della parola, che sta venendo stuprata da coloro che la lingua nemmeno conoscono. Contrario alla censura e alla violenza, fatta qualche piccola eccezione. Ossessionato dall'informazione per paura di essere fregato, affamato di successo perché solo i vincitori scriveranno la storia.