Home EDITORIALI Loredana Berté, necessari «ulteriori accertamenti urgenti»

Loredana Berté, necessari «ulteriori accertamenti urgenti»

Ricoverata ieri per un malore, Loredana Berté è stata costretta ad annullare il suo concerto al teatro Brancaccio di Roma. Purtroppo, è notizia dell’ultima ora che i medici stanno disponendo «necessari ulteriori accertamenti urgenti».

631

Ricoverata ieri per un malore, Loredana Berté è stata costretta ad annullare il suo concerto al teatro Brancaccio di Roma. Purtroppo, è notizia dell’ultima ora che i medici stanno disponendo «necessari ulteriori accertamenti urgenti».

Problemi all’intestino

Lo si apprende dal profilo X della cantante, ricoverata per problemi all’intestino. «Siamo veramente dispiaciuti di dover annunciare che, in seguito al recente ricovero romano di Loredana a causa di problemi acuti all’intestino, (per cui Loredana Berté è già stata operata due volte lo scorso anno) saranno necessari ulteriori accertamenti urgenti.

Concerti rinviati

Per questo motivo abbiamo scelto di rinviare il concerto di Loredana Bertè al Teatro di Varese venerdì 10 maggio prossimo. Siamo sicuri che comprenderete la nostra decisione. Al momento resta confermato il concerto di Torino.

Vi terremo aggiornati sulle altre date. I biglietti acquistati saranno validi per la nuova data. Chi sarà impossibilitato potrà richiedere il rimborso del biglietto entro e non oltre il 30 marzo 2024 presso la prevendita dove è stato acquistato”.

Forza Loredana, siamo tutti con te.

Articolo precedenteJEFFREY È STATO UCCISO DALLO STATO. VERGOGNA
Articolo successivoSirena Canalis, come te non ce n’è
Avatar photo
Dal 2 ottobre 2023 é online la nuova testata giornalistica www.dillingernews.it. Dillinger è un progetto editoriale con le idee chiarissime; non dover dire grazie a nessuno e in nessun caso, la nostra libertà editoriale è supportata da tutti coloro che credono in un progetto nuovo e che non si riconoscono in ciò che gli viene proposto quotidianamente dalle "grandi fazioni", dagli amichetti dei circuiti del fashion, dai baciapile delle amministrazioni e da tutti quelli che hanno la presunzione di ricevere finanziamenti pubblici: noi non li riceviamo. Sia chiaro. Siamo liberi e vogliamo rimanere tali, non esiste l'informazione pulita e quella sporca... serie "A" o serie "B". Siamo un organo di informazione disintermediato. Le macchine editoriali sono cosi articolate che le grandi testate arrivano quasi sempre in ritardo e con contenuti di "commento", che non aggiornano che non informano realmente il lettore, piuttosto gli formano un'idea un punto di vista. Possiamo farlo anche noi e in tanti casi pure meglio! Ci piace cazzeggiare e blastare, certo, ma non siamo solo una banda di psicopatici, maniaci dei cazzi altrui... siamo tanto altro , lo vedrete e lo leggerete! Lavorano in questa redazione esperti di comunicazione e giornalisti professionisti. Anche tanti giovani ai quali è data la possibilità di scrivere e partecipare a un progetto cross mediale. In questa redazione si cresce anche come persone, si impara, si capiscono i meccanismi della comunicazione e dell'informazione. Qui cerchiamo tutti i giorni di essere veri e reali, umani e "banditi". Garantiamo: libertà da qualsiasi forma di ipocrisia! Siamo sempre pronti ad accogliere chiunque abbia una storia e desidera condividerla con gli altri. Il branding del giornale è ispirato ai fuorilegge della storia... L'informazione può diventare un'arma, questa è la metafora del nostro giornale. La contrapposizione tra bene e male, tra buono e cattivo genera le storie che cerchiamo di raccontare.