Home EDITORIALI LA “SMART BOMB” DI CROSETTO ALLA MAGISTRATURA…

LA “SMART BOMB” DI CROSETTO ALLA MAGISTRATURA…

255

GUARDA IL VIDEO CHE RIASSUME LO SCONTRO POLITICO

“A me raccontano di riunioni di una corrente della magistratura in cui si parla di come fare a fermare la deriva antidemocratica a cui ci porta la Meloni”. Le dichiarazioni fatte al Corriere della Sera dal Ministro della difesa Guido Crosetto hanno riaperto lo scontro tra magistratura e politica. Le opposizioni criticano l’uscita di Crosetto definendola da più fronti “inaccettabile” e per alcuni “intimidatoria “nei confronti della magistratura. Qualcuno invece come Marco Travaglio allude ad un azione preventiva << Crosetto attacca per primo perché sa che c’è qualcosa su di lui>>. Per Giuseppe Conte <<l’accusa mossa ai magistrati è gravissima. Se il ministro Crosetto ha informazioni così rilevanti, deve andare immediatamente in procura>>. Secondo invece il leader di Azione, Carlo Calenda, <<un ministro non può riferire di complotti di magistrati senza denunciarli in modo specifico e circostanziato>>. Insomma, una bufera che ha aperto così un nuovo caso politico da una frase che ancora non è chiaro se sia stata detta con “leggerezza” o con l’intenzione di aprire un dibattito a favore delle riforme giudiziarie in programma.

IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI:” LE PAROLE DI CROSETTO SONO INQUIETANTI”

 Il presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Giuseppe Santalucia ha definito le parole di Crosetto “Inquietanti”. Ospite della trasmissione di Lilli Gruber otto e mezzo Santalucia ha raccontato di una telefonata avuta con Crosetto nella quale avrebbe spiegato le ragioni della sua inquietudine. Santalucia afferma che le parole espresse da Crosetto possono alludere ad un “eversione da parte della magistratura” e che  << dare una notizia di questo genere alla pubblica opinione ovviamente ha un impatto fortissimo. I magistrati sono al servizio del paese pienamente fedeli alla costituzione, rispettosissimi delle istituzioni dello stato >>. La risposta di Crosetto al presidente dell’ANM è stata che il suo intendimento non era quello di accusare la magistratura di preparare delle azioni dolose per aggredire il governo.

GUARDA IL VIDEO DEL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI GIUSEPPE SANTALUCIA

BENEDETTO DELLA VEDOVA A CROSETTO: “LE STO CHIEDENDO I FATTI !”

Alla Camera dei deputati Guido Crosetto viene chiamato a rispondere all’interpellanza di +Europa in merito alle sue dichiarazioni. L’interpellanza è stata introdotta dal suo primo firmatario , Benedetto Della Vedova così:<<Lei oggi è il ministro della difesa, il capo dei Carabinieri, un esponente importante del partito del premier Giorgia Meloni. Sono convinto che voleva aprire una crisi istituzionale tra governo e magistratura>>. E prosegue chiedendo a Crosetto di mostrare le prove della questione << Le sto chiedendo i fatti di quello che dice. Se non riesce a dimostrare quanto dichiarato con dei fatti, che messaggio voleva mandare? Ci fornisca i dettagli, questa è la sua responsabilità da ministro.

GUARDA IL VIDEO DI BENEDETTO DELLA VEDOVA DURANTE LA INTERPELLANZA DI CROSETTO ALLA CAMERA

CROSETTO: “PLOTONE DI ESECUZIONE CONTRO DI ME”

Guido Crosetto non ci sta alle accuse mosse dall’opposizione e parla di un “plotone di esecuzione” contro di lui. Il ministro sostiene poi che l’attacco nei suoi confronti sia dovuto alla riforma della giustizia in corso affermando: << tutte le volte che si è parlato di riforma della giustizia c’è stato un sommovimento che ha portato a bloccare qualsiasi tipo di riforma>>. E prosegue motivando le sue ragioni << Io non penso che possa esistere una riforma della giustizia che va contro la magistratura. Secondo me per la costituzione chi ha responsabilità dev’essere terzo, il problema è quali sono le regole su cui fondiamo questo delicato equilibrio democratico costituzionale. Questo è un tema di rilevante interesse politico non è una fisima mia. Non quello della magistratura contro il potere politico al governo ma quello di ridefinire i ruoli e gli ambiti con cui costituzionalmente ogni organo dello stato deve esercitare il suo ruolo e il suo potere. Io non penso che ci sia un organo dello stato che sia contraltare di un altro organo dello stato e che debba limitare l’esercizio della volontà popolare>>.

CROSETTO:”NON HO PAURA DI NULLA!”

Rivolgendosi in tono risentito a Della Vedova dice: <<io ho 60 anni di vita, sono Guido Crosetto mi guardi in faccia lei mi conosce da oltre 20 anni, Onorevole della Vedova alcuni degli anni che lei ha passato in questo posto li ha dovuto al fatto che io ho voluto candidarla proprio per le idee che portava, per fare il ministro ho rinunciato a tutto quello che avevo quindi non ho più la possibilità di fare nulla di male, e secondo lei avrei sollevato questo tema se avessi paura di qualcosa? No, l’ho sollevato proprio perché non ho paura di nulla e l’ho sollevato perché ritengo che sia fondamentale fare un dibattito su questo >>.

GUARDA IL VIDEO DELLA LUNGA REPLICA DI GUIDO CROSETTO ALLA CAMERA

ASSIST “DI CROSETTO AL MINISTRO NORDIO?

Ascoltando attentamente la lunga replica di Guido Crosetto alla camera risultano più chiare le sue intenzioni. Una “smart bomb” è stata lanciata dal ministro della difesa per aprire un dibattito politico sulla riforma della giustizia che verrà presentata nei primi mesi del prossimo anno? L’arte della politica in realtà sta tutta qui. Governare le parole per orientare il flusso delle menti e degli eventi. L’ attenzione del pubblico dev’essere dirottata dove i politici hanno maggiormente bisogno. Niente è detto per caso, e allora non ci resta che attendere questa nuova riforma che il ministro della giustizia Nordio sta confezionando da un pò. Con la speranza che sia utile ai cittadini e che non serva solo a tutelare la politica da eventuali controversie giudiziarie o peggio ancora ad accrescere i poteri del governo.

Articolo precedenteStefano De Martino sulle dichiarazioni di Belen: “Quando finiscono le relazioni ci sono due verità”
Articolo successivoL’erede di Hermès decide di passare tutto il suo ricchissimo patrimonio al suo fedele tuttofare…
Avatar photo
Monica De Luigi, esperta di comunicazione, curiosa, ricercatrice e critica. Muove i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo producendo arrangiando e interpretando dischi di musica pop, terminati gli studi a Londra, torna in Italia per lavorare come responsabile marketing nell'azienda di famiglia di real estate. E' appassionata di psicologia, astrologia, esoterismo e antroposofìa.