Home CRONACA La Salernitana esonera Liverani e potrebbe tornare Inzaghi

La Salernitana esonera Liverani e potrebbe tornare Inzaghi

177

La notizia del possibile ritorno di Pippo Inzaghi riporta immediatamente indietro nel tempo: per l’esattezza a quando c’era il presidente del Palermo Zamparini. Lui cambiava allenatori con una facilità e scioltezza mai vista.

L’amministratore delegato della Salernitana, Maurizio Milan ha parlato al termine del match perso dai campani contro il Lecce: “Faremo valutazioni in merito a Liverani, non è qui e questa è già una risposta. Ragioneremo a mente fredda, ora la sconfitta lascia spazio più all’emotività. Nelle prossime ore parlerò con il presidente Iervolino. È doveroso per un club che ha investito molto. Con la squadra valuteremo come comportarci. La società parlerà solo con le voci ufficiali del presidente e con la mia, anche il ritiro pensavamo potesse giovare ma è servito a ben poco. Al di là di questa partita, abbiamo fatto delle osservazioni ampie nelle ultime settimane”.

Arriva l’esonero di Liverani

Liverani ha raccolto la miseria di un solo punto in 5 partite alla guida dei campani e con la squadra ormai destinata alla retrocessione si pensa ad un clamoroso ritorno: quello di Pippo Inzaghi.

Articolo precedenteAlcaraz batte Sinner: Jannik sconfitto ma dal numero due del mondo
Articolo successivoSCANDALO ROMA, L’INCHIESTA CONTINUA: in 40 tremano per il filmato hot della dipendente licenziata
Avatar photo
Dal 2 ottobre 2023 é online la nuova testata giornalistica www.dillingernews.it. Dillinger è un progetto editoriale con le idee chiarissime; non dover dire grazie a nessuno e in nessun caso, la nostra libertà editoriale è supportata da tutti coloro che credono in un progetto nuovo e che non si riconoscono in ciò che gli viene proposto quotidianamente dalle "grandi fazioni", dagli amichetti dei circuiti del fashion, dai baciapile delle amministrazioni e da tutti quelli che hanno la presunzione di ricevere finanziamenti pubblici: noi non li riceviamo. Sia chiaro. Siamo liberi e vogliamo rimanere tali, non esiste l'informazione pulita e quella sporca... serie "A" o serie "B". Siamo un organo di informazione disintermediato. Le macchine editoriali sono cosi articolate che le grandi testate arrivano quasi sempre in ritardo e con contenuti di "commento", che non aggiornano che non informano realmente il lettore, piuttosto gli formano un'idea un punto di vista. Possiamo farlo anche noi e in tanti casi pure meglio! Ci piace cazzeggiare e blastare, certo, ma non siamo solo una banda di psicopatici, maniaci dei cazzi altrui... siamo tanto altro , lo vedrete e lo leggerete! Lavorano in questa redazione esperti di comunicazione e giornalisti professionisti. Anche tanti giovani ai quali è data la possibilità di scrivere e partecipare a un progetto cross mediale. In questa redazione si cresce anche come persone, si impara, si capiscono i meccanismi della comunicazione e dell'informazione. Qui cerchiamo tutti i giorni di essere veri e reali, umani e "banditi". Garantiamo: libertà da qualsiasi forma di ipocrisia! Siamo sempre pronti ad accogliere chiunque abbia una storia e desidera condividerla con gli altri. Il branding del giornale è ispirato ai fuorilegge della storia... L'informazione può diventare un'arma, questa è la metafora del nostro giornale. La contrapposizione tra bene e male, tra buono e cattivo genera le storie che cerchiamo di raccontare.