Home GOSSIP Tra Totti e Ilary non è ancora finita

Tra Totti e Ilary non è ancora finita

4224

DI FABRIZIO CORONA

La storia tra Totti e Ilary Blasi non è ancora finita. Questo per diversi motivi. Il motivo principale, quello tecnico, è che a breve ci sarà un noioso processo. Processo vede numerosi testimoni, legato alla causa della separazione e al mantenimento e alla divisione dei beni. Questo aspetto, nella prima parte della cronaca di gossip di questa storia, ha divertito, incuriosito e sorpreso chi leggeva: partendo dall’intervista di Totti al “Corriere della Sera”, passando per i video ironici e sarcastici di Ilary che gli rispondeva in modo pungente, arrivando poi alla denuncia di furto di Rolex e borse e ai nuovi fidanzati.

Questi fino ai giorni nostri, ovvero lo speciale Netflix, le apparizioni a Verissimo dalla sua cara amica Silvia Toffanin, e la pubblicazione di un libro. In questa storia, che farà ancora tanto parlare e discutere, ci sono delle novità: tra queste la pubblicazione di un libro, che ha una fine molto particolare, raccontata proprio ieri nel salotto di Verissimo da una Ilary Blasi mai vista così.

La nuova Ilary

Era serena, bella, pacata, elegante, ma soprattutto malinconica. Non aveva voglia di scherzare e fare le sue solite battute in romanaccio, ma raccontava, per promuovere il suo libro che esce domani, la parte più bella della storia con Francesco Totti, il loro grande amore. Perché comunque è stato un grande amore, visto che più della metà della vita di Ilary è stata passata vicino a Francesco. Sono cresciuti insieme, si sono amati, si sono sposati, sono stati genitori. Hanno attraversato tragedie, la morte del padre di Francesco, tradimenti, come quello di Flavia Vento, la fine della carriera di Totti. Hanno cresciuto insieme i loro figli. Un grandissimo pezzo di vita che li vedeva uniti e inseparabili, anche nella costruzione di una coppia televisiva, tra spot e partecipazioni, che avrebbe potuto funzionare su qualsiasi tipo di piattaforma televisiva. Sarebbero potuti diventare i nuovi Sandra e Raimondo Vianello.

Un epilogo diverso

Ma l’epilogo è stato diverso: Ilary fa un invito virtuale a cena a Francesco, per tornare dalla sua vecchia famiglia e ritrovare a casa il suo posto a tavola, quello di sempre, con quella che è stata ed è tuttora la vera famiglia. Quella che lui ha dimenticato in un colpo solo, ma che Ilary non ha dimenticato. Come ho detto nello speciale pochi mesi fa, Ilary è ancora innamorata di Totti e lo sarà sempre. Solo che, come tutte le coppie separate di oggi, lei non lo riconosce più. Il vecchio Francesco non esiste più, il suo Francesco non esiste più. Di mezzo c’è una nuova compagna, strega, manipolatrice, diversa da lei, che ha deciso di non accettare il patteggiamento della separazione che era stato proposto nella prima fase processuale dall’avvocato Annamaria Bernardini De Pace, che ai tempi seguiva Totti.

Il futuro di Totti e Ilary

La notizia esclusiva è che pare che Totti abbia pagato Cristiano Iovino per essere inserito nella lista dei testimoni e per rilasciare l’intervista a “Il Messaggero”. Di vero c’è che entro quest’anno Totti metterà incinta Noemi e le costruirà un futuro intorno. E di certo c’è che Ilary, dopo tutto questo, ha ammesso i suoi errori e non è più contenta degli stralci mediatici e della popolarità che tutto questo gossip le ha creato intorno, dando le opportunità lavorative ed ingenti guadagni economici. Ma si rende veramente conto che la storia è finita e che davanti la aspetta un terribile processo che, su queste basi, la vedrà perdente, sconfitta, colpevole. Come se tutti i sacrifici di questa storia e tutto ciò che ha sopportato per tenere quel matrimonio in piedi, durato più di vent’anni, non fossero serviti a nulla. Ilary è triste, sconfitta e non ha più voglia di ridere.

Ha paura del futuro, ma nei suoi occhi vediamo un sogno. Un sogno, che è al tempo stesso una premonizione che vi faccio io: non escludo che entro i prossimi 5 anni la famiglia si possa riunire e amare nuovamente.

FABRIZIO CORONA

Articolo precedenteCristiano Iovino ha preso 150 mila euro da Totti per fare l’intervista a ” Il Messaggero”
Articolo successivoIlaria Salis: l’italiana detenuta in condizioni disumane in Ungheria
Avatar photo
Dal 2 ottobre 2023 é online la nuova testata giornalistica www.dillingernews.it. Dillinger è un progetto editoriale con le idee chiarissime; non dover dire grazie a nessuno e in nessun caso, la nostra libertà editoriale è supportata da tutti coloro che credono in un progetto nuovo e che non si riconoscono in ciò che gli viene proposto quotidianamente dalle "grandi fazioni", dagli amichetti dei circuiti del fashion, dai baciapile delle amministrazioni e da tutti quelli che hanno la presunzione di ricevere finanziamenti pubblici: noi non li riceviamo. Sia chiaro. Siamo liberi e vogliamo rimanere tali, non esiste l'informazione pulita e quella sporca... serie "A" o serie "B". Siamo un organo di informazione disintermediato. Le macchine editoriali sono cosi articolate che le grandi testate arrivano quasi sempre in ritardo e con contenuti di "commento", che non aggiornano che non informano realmente il lettore, piuttosto gli formano un'idea un punto di vista. Possiamo farlo anche noi e in tanti casi pure meglio! Ci piace cazzeggiare e blastare, certo, ma non siamo solo una banda di psicopatici, maniaci dei cazzi altrui... siamo tanto altro , lo vedrete e lo leggerete! Lavorano in questa redazione esperti di comunicazione e giornalisti professionisti. Anche tanti giovani ai quali è data la possibilità di scrivere e partecipare a un progetto cross mediale. In questa redazione si cresce anche come persone, si impara, si capiscono i meccanismi della comunicazione e dell'informazione. Qui cerchiamo tutti i giorni di essere veri e reali, umani e "banditi". Garantiamo: libertà da qualsiasi forma di ipocrisia! Siamo sempre pronti ad accogliere chiunque abbia una storia e desidera condividerla con gli altri. Il branding del giornale è ispirato ai fuorilegge della storia... L'informazione può diventare un'arma, questa è la metafora del nostro giornale. La contrapposizione tra bene e male, tra buono e cattivo genera le storie che cerchiamo di raccontare.