Home CRONACA Terrore in quota: si stacca il portellone dell’aereo, atterraggio d’emergenza a Portland

Terrore in quota: si stacca il portellone dell’aereo, atterraggio d’emergenza a Portland

346

Una passeggera ha inviato una foto a Katu-tv in cui si vede un buco nella fiancata sinistra accanto ai sedili.

Cosa è successo

un volo dell’Alaska Airlines ha effettuato un atterraggio di emergenza a Portland, nell’Oregon, perché un portellone e un pezzo della sua fusoliera sono esplosi a mezz’aria poco dopo il decollo.

Una passeggera, Stephanie King, ha inviato a Katu-tv una foto che mostra un buco nella fiancata sinistra dell’aereo accanto ai sedili. Altre immagini e video hanno iniziato a circolare su X e Tiktok. Non sono stati registrati feriti gravi. Tanto spavento a bordo. La compagnia aerea ha detto che il mezzo è atterrato in sicurezza con 174 passeggeri e sei membri dell’equipaggio. Ecco il racconto dei testimoni.

L’incidente

L’aereo è stato dirottato dopo essere salito a 16.000 piedi (4.876 metri), circa sei minuti dopo il decollo alle 17.07, secondo i dati di tracciamento del volo dal sito web FlightAware. L’atterraggio di emergenza è avvenuto alle 17.26. Il buco apertosi, dunque, poco dopo il decollo, ha causato la depressurizzazione della cabina.

Il pilota avrebbe comunicato ai controllori del traffico aereo di Portland che aveva un’emergenza, che era depressurizzato e doveva tornare in aeroporto, secondo una registrazione fatta dal sito LiveATC.net.

Il racconto di un testimone

«Ho sentito un forte scoppio nella parte posteriore sinistra. Un suono sibilante e tutte le maschere di ossigeno si sono attivate immediatamente e tutti le hanno indossate», ha detto a Katu-tv il passeggero Evan Smith. Smith ha aggiunto che un ragazzo e sua madre erano seduti nella fila dove la finestra è esplosa e che la maglietta del giovane è stata risucchiata via dall’aereo.

A terra tutti e Boeing della compagnia

A seguito dell’incidente, Alaska Airlines ha messo a terra tutti i suoi aerei Boeing 737-9. «In seguito all’evento sul volo 1282, abbiamo deciso di prendere la misura precauzionale di mettere temporaneamente a terra la nostra flotta di 65 aerei Boeing 737-9», ha comunicato il ceo di Alaska Airlines, Ben Minicucci. «Il mio pensiero va a coloro che erano su questo volo: mi dispiace tanto per quello che avete vissuto».

Ciascun aereo verrà rimesso in servizio dopo la manutenzione completa e le ispezioni di sicurezza, che – ha affermato Minicucci – la compagnia aerea prevede di completare entro pochi giorni. «Stiamo lavorando con Boeing e le autorità di regolamentazione per capire cosa è successo e condivideremo gli aggiornamenti non appena saranno disponibili maggiori informazioni», ha concluso.

Il bilancio

I vigili del fuoco di Portland sono intervenuti e hanno curato feriti lievi sul posto. Pare che solo una persona sia stata portata in ospedale per ulteriori cure, ma non era ferita gravemente.

In uno dei tanti video diffusi dai passeggeri sui social media si vedono persone a bordo che indossano le maschere di ossigeno e che poi applaudono all’atterraggio.

Il National Transportation Safety Board e la Federal Aviation Administration hanno dichiarato che indagheranno sull’incidente.

Guarda la gallery

Giappone, aereo in fiamme sulla pista a Tokyo dopo impatto con altro velivolo: 5 morti

Non solo in Usa: un aereo della Japan Airlines è andato in fiamme su una pista dell’aeroporto Haneda di Tokyo. Secondo un portavoce della Japan Airlines, il velivolo divorato dal fuoco è il volo 516 partito da Sapporo, sull’isola di Hokkaido. Secondo le prime ricostruzioni, in fase di atterraggio si è verificata una collisione con un aereo della Guardia costiera presente sulla pista dell’aeroporto di Haneda.

Quest’ultimo sarebbe un mezzo che stava per partire per fornire aiuto alle zone colpite dal terremoto di ieri: si tratta di un velivolo Bombardier Dash-8, un aereo a corto raggio a elica che in genere ha tra i 50 e gli 80 posti. È stata confermata la morte di 5 persone che erano a bordo di questo aereo della Guardia costiera.

Il capitano invece è riuscito a fuggire. Fonti citate dall’edizione online del quotidiano Asahi Shinbun riportano che tutti i passeggeri a bordo del volo di linea sarebbero riusciti a mettersi in salvo. A bordo, sempre secondo il quotidiano, c’erano 367 persone (tra cui 8 neonati) e 12 membri dell’equipaggio. Non ci sono conferme ufficiali sulla sorte dei passeggeri del volo JAL 516.

Guarda la gallery

L'aereo in fiamme sulla pista dello scalo di Tokyo
Articolo precedenteClaudio Cecchetto dopo la lite con Linus: «Ha sminuito tanta gente fantastica oltre a darmi del fesso». Tutta pubblicità
Articolo successivoSintesi e risultati 19esima giornata di Serie A: le partite di oggi e di ieri (05/01/2024-06/01/2024)
Avatar photo
Un ragazzaccio appassionato di sport, cultura e tutto ciò che è assorbibile. Stanco della notizia passiva classica dei giornali e intollerante all'ipocrisia e al perbenismo di cui questo paese trabocca. Amante della libertà e diritto della parola, che sta venendo stuprata da coloro che la lingua nemmeno conoscono. Contrario alla censura e alla violenza, fatta qualche piccola eccezione. Ossessionato dall'informazione per paura di essere fregato, affamato di successo perché solo i vincitori scriveranno la storia.